JOBS ACT. PIZZOLANTE (NCD): ESTENDE DIRITTI E RAFFORZA DIGNITA’ LAVORO

La7_coffeebreakJOBS ACT. PIZZOLANTE (NCD): ESTENDE DIRITTI E RAFFORZA DIGNITA’ LAVORO

Roma, 27 novembre 2014. “Il Jobs Act è una riforma epocale che estende i diritti e rafforza la dignità del lavoro. Infatti ora sarà più facile per le aziende assumere con contratti a tempo indeterminato, che è la tipologia contrattuale che offre maggiori garanzie. L’articolo 18 era, invece, il principale freno e creava precariato”. A dirlo è Sergio Pizzolante, Vice Presidente dei deputati del Nuovo Centrodestra e membro dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo, nel corso della trasmissione Coffee Break su La7.

“Inoltre, – continua Pizzolante – con il jobs act gli ammortizzatori sociali diventano forme di integrazione al reddito per tutti e non più strumenti di difesa per mantenere posti di lavoro inesistenti. La maternità e la malattia vengono estese anche ad altre forme contrattuali”.

E conclude: “Il demansionamento e i controlli a distanza, infine, sono strumenti per adattare il lavoro ai tempi che cambiano. Se un’azienda, nell’ambito di una riorganizzazione generale, elimina una funzione, con il demansionamento non sarà costretta a licenziare quel lavoratore che la svolgeva. I controlli a distanza, poi, permettono di utilizzare le nuove tecnologie: va bene il telelavoro ma l’azienda ha bisogno, comunque, di strumenti di monitoraggio”.