LAVORO. PIZZOLANTE (NCD): PER NCD IMPOSSIBILE OGNI MEDIAZIONE CON SINISTRA CONSERVATRICE

jobsactLAVORO. PIZZOLANTE (NCD): PER NCD IMPOSSIBILE OGNI MEDIAZIONE CON SINISTRA CONSERVATRICE

Roma, 23 settembre 2014. “La mediazione interna alla composita minoranza Pd è, addirittura, un passo indietro rispetto alla Fornero. Il contratto a tutele crescenti, che assorbe i contratti flessibili mantenendo l’articolo 18, sarebbe un cappio al collo per le imprese e un ulteriore freno per le possibilità di investimento e per la crescita”. A dirlo è Sergio Pizzolante, Vice Presidente dei Deputati del Nuovo Centrodestra e Capogruppo in Commissione Lavoro.

“La minoranza post-comunista del Pd – continua Pizzolante – fa finta di non capire che se le imprese non assumono con contratto a tempo indeterminato e ricorrono ai contratti flessibili, ciò è dovuto ai vincoli dell’articolo 18. Quindi il precariato, come ha detto Renzi, è prodotto dalla cultura giurassica del lavoro della sinistra conservatrice che è la principale responsabile del sistema delle ingiustizie che hanno diviso il mondo del lavoro”.

E conclude: “con questa sinistra conservatrice, per Il Nuovo Centrodestra, è impossibile ogni mediazione. Sosteniamo con convinzione l’iniziativa del Presidente del Consiglio come condizione fondamentale per la svolta nel mercato del lavoro, per estendere a tutti le tutele possibili e per far ripartire l’occupazione buona con contratti a tempo indeterminato adatti al tempo di oggi”.